Manciano

Edificato sulla cima di una collinetta nel corso del periodo medievale, il paese di Manciano, soprannominato dai suoi antichi estimatori “Spia della Maremma”, per gli splendidi panorami che offre, si costituisce come un delizioso abitato ricco di storia ed arte, che proporrà una vacanza certamente unica e particolare, proponendo ai suoi visitatori numerosi spunti per passeggiate ed escursioni nelle sue campagne, nei suoi siti archeologici ed attraverso i suoi antichi vicoli.

Avere la possibilità di passeggiare tra le vie di Manciano, apprezzandone gli scorci panoramici e le architetture più belle sarà quindi un piacevole modo per venire a contatto con la storia e lo sipirito della Maremma, conoscendo a fondo uno dei suoi deliziosi borghi antichi.

Manciano saprà stupire i propri visitatori con la Chiesa di San Leonardo, edificio medievale intitolato al Santo Patrono cittadino, ed al cui interno trovano protezione alcune splendide opere d’arte, tra cui alcuni dipinti dei due celebri artisti locali Pietro Aldi e Paride Pascucci; l’itinerario alla scoperta delle attrattive di Manciano potrà poi proseguire con la visita alla Chiesa della Santissima Annunziata, edificata fuori dalle mura cittadine, la Rocca Aldobrandeschi ed il Cassero Senese, che oggi sono divenuti sede del municipio, ed infine la Torre dell’Orologio, innalzata per mano senese.

Sotto il profilo storico, sappiamo invece che le origini del paese si collocano sotto la dominazione degli Aldobrandeschi, anche se non mancano testimonianze della presenza sul territorio del popolo degli etruschi e dei romani, successivamente, in epoca medievale, il controllo passa nelle mani dei Conti Orsini, già signori di Pitigliano, della Repubblica di Siena e del Granducato di Toscana, sotto il dominio del quale rimase fino alla sua annessione al regno d’Italia.